Perizie tecniche di parte

Perizie tecniche di parte

Perizie tecniche di parte: In un procedimento penale o civile, qualora il giudice abbia nominato una CTU (consulente tecnico d’ufficio) le parti posso fare richiesta di nominare un loro CTP (consulente tecnico di parte). Se il Giudice decide di non avvalersi di un CTU, qualunque delle parti in causa ha comunque la possibilità di produrre in causa perizie stragiudiziali redatte da un consulente tecnico a supporto di una delle parti. Il ruolo del CTP è quello di controllare e monitorare il lavoro del CTU, rispondendo solo al proprio cliente e al mandato da lui ricevuto. Spazio Dedalo svolge CTP sia in ambito civile che penale

La determinazione del compenso  non viene stabilita dal Giudice come accade per il CTU, ma rispetta le tariffe professionali dell’Ordine degli Psicologi del Lazio. Queste potranno essere a vacazione (tariffa oraria), a percentuale sul valore stimato (in caso di perizie di stima per danni, perizie di valutazione economica ecc.).

Che confusione… cos’è un CTU? Cos’è una CTP?

Spesso si tende a fare confusione fra queste due distinte figure che si occupano entrambe di consulenza peritale sia in ambito civile che penale. Quindi cerchiamo di mettere un po’ di chiarezza.

La CTU (consulente tecnico di ufficio) è il perito che viene nominato dal giudice (art. 61 Codice Procedura Civile) e che lavora al suo fianco attraverso un rapporto basato sulla fiducia e la completa collaborazione. Dal momento in cui il Giudice fornisce i “Quesiti” il CTU ha il compito di rispondere ad essi in modo preciso e dettagliato attraverso una “Consulenza Tecnica d’Ufficio”. Può succedere a volte che la relazione non soddisfi pienamente il giudice per cui quest’ultimo può chiedere al CTU di stilare e depositare delle rettifiche sulla precedente perizia.

Il giudice però per definire una sentenza si avvale anche di altre figure professionali poiché dopo aver visionato ed esaminato la relazione della CTU ha la necessità di confrontarlo con altre figure professionali, e qui entrano in gioco i CTP.

Il CTP (Consulente Tecnico di Parte) viene nominato dalle singole parti in causa e il suo ruolo è quello di aiutare e affiancare il CTU per rispondere ai quesiti emessi dal giudice, in questa fase il CTP ha il compito di sostenere, analizzare e criticare le osservazioni fornite dal CTU, senza dimenticare che il suo compito è quello di tutelare il contraddittorio fra le due parti.

Il giudice solo dopo un’attenta analisi della relazione depositata agli atti dalla CTU e un accurato esame sulle osservazioni poste dai CTP ad essa correlata si prenderà l’onere di emanare la sentenza.

Contattami ora

Dr. Daniele Coluzzi
Psicologo e Psicoterapeuta a Roma
Iscritto all’Albo Professionale degli Psicologi della regione Lazio n. 17240
Laurea in psicologia clinica e di comunità

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2017 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà del Dr. Daniele Coluzzi
© 2018. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.